ti trovi nella pagina Consulenze > Isola di Fondra
 
 

Comune di Isola di Fondra

Ristrutturazione edificio per formazione di centro servizi polivalente

Punto di partenza

L'oggetto della consulenza è un progetto esecutivo, elaborato da un professionista esterno, suddiviso in lotti di intervento, già approvato dal comune e già andato in appalto per il primo lotto di intervento. Il progetto riguarda la ristrutturazione di un edificio precedentemente adibito a centro sportivo e poi a discoteca, in disuso da anni, per formare un centro servizi polifunzionale per la Val di Fondra (alta Val Brembana).

Viene richiesta una valutazione sulle caratteristiche del progetto dal punto di vista dell'accessibilità.

Processo

Nel corso del primo incontro, cui partecipano il progettista, un suo collaboratore e il vicesindaco vengono acquisiti i materiali documentari necessari allo studio del caso (elaborati del progetto).

Dopo aver svolto un sopralluogo in sito, realizzando anche un rilievo fotografico, presso la sede comunale si discute il progetto per prenderne conoscenza e da subito l'attenzione si accentra su alcuni aspetti peculiari rimandando però una discussione più approfondita al secondo incontro, viene affrontato anche il tema della sostenibilità ambientale dell'intervento di ristrutturazione e il tema delle soluzioni costruttive per il risparmio energetico.

La consulenza viene sviluppata analizzando il progetto in confronto con i punti-azione della scheda 10/10 utilizzata come strumento di valutazione relativo al grado di accessibilità. Vengono presi in esame per ognuno dei punti-azione le criticità riscontrate e formulate, possibili soluzioni integrative o modificative del progetto. Ad ogni proposta viene abbinata una selezione di esempi di buone pratiche, possibile spunto per un approfondimento in sede di eventuale modifica del progetto.

I principali punti critici riscontrati sono:
  • necessità di individuare aree sosta riservate per i mezzi privati e di curare il loro raccordo agli ingressi dell'edificio con dispositivi adeguati che consentano di raggiungere in sicurezza l'ingresso;
  • connessioni con l'intorno: necessità di rivedere il progetto della rampa esterna di collegamento con la strada in salita che passa sul retro dell'edificio per le pendenze tropo elevate nonché delle rampe per l'accesso al piano terreno rialzato dell'edificio;
  • percorribilità interna dell'edificio con particolare riferimento alle connessioni verticali (mancanza di un ascensore interno) e alle indicazioni di orientamento percettivo (segnalazione visiva e tattile dei dislivelli, pavimentazioni tattili, mappe visivo-tattili);
  • miglioramento del comfort ambientale interno, rendendo accessibili a tutti i servizi essenziali e razionalizzando la composizione e disposizione dei servizi igienici
  • le soluzioni per fruizione culturale del luogo: accessibilità degli spazi previsti per le esposizioni.

Esiti della consulenza

La consulenza ha prodotto una planimetria generale di riferimento e una serie di schede con indicazioni riferite ai punti-azione dello strumento 10/10 ritenuti fondamentali per raggiungere i requisiti minimi di accessibilità dell'edificio e del suo intorno.

Durante l'ultimo incontro, cui erano presenti il progettista, il vicesindaco, il tecnico comunale, viene presentato il lavoro svolto e le proposte di intervento per l'accessibilità.

Durante l'animata discussione emergono sia un forte interesse rispetto ad alcune proposte da noi avanzate, sia delle forti perplessità riguardo altre.

In particolare le proposte ritenute più interessanti sono state:
  • rivedere il progetto della rampa esterna di collegamento con la strada in salita che passa sul retro dell'edificio nonché delle rampe per l'accesso al piano terreno rialzato dell'edificio;
  • miglioramento del comfort ambientale interno, rendendo accessibili a tutti i servizi essenziali e razionalizzando la composizione e disposizione dei servizi igienici;
  • le soluzioni per fruizione culturale del luogo: accessibilità degli spazi previsti per le esposizioni.
Le perplessità maggiori vertevano sulle seguenti proposte:
  • percorribilità interna dell'edificio con particolare riferimento alle connessioni verticali: proposta di un ascensore o piattaforma elevatrice interni per il collegamento dei diversi piani dell'edificio

Il lavoro di consulenza ha portato poi, grazie alla sensibilità del progettista che dell'amministrazione comunale, a modificare in parte il progetto esecutivo per garantire un più elevato livello di accessibilità e fruibilità degli spazi.

Allegati

Link su nuova pagina Copertina | file in formato pdf 1.2 Mb |

Link su nuova pagina Raggiungibilità 1 | file in formato pdf 210 Kb |

Link su nuova pagina Raggiungibilità 2 | file in formato pdf 750 Kb |

Link su nuova pagina Raggiungibilità 3 | file in formato pdf 828 Kb |

Link su nuova pagina Raggiungibilità 4 | file in formato pdf 413 Kb |

Link su nuova pagina Raggiungibilità 5 | file in formato pdf 462 Kb |

Link su nuova pagina Percorribilità 1 | file in formato pdf 536 Kb |

Link su nuova pagina Percorribilità 2 | file in formato pdf 66 Kb |

Link su nuova pagina Percorribilità 3 | file in formato pdf 800 Kb |

Link su nuova pagina Percorribilità 4 | file in formato pdf 874 Kb |

Link su nuova pagina Interagibilità | file in formato pdf 422 Kb |

Link su nuova pagina Planimetria | file in formato pdf 243 Kb |

Link su nuova pagina Scarica tutta la scheda | file in formato zip 6.78 Mb |

Video

Filmato Flash su nuova pagina Filmato | file in formato flash 13.85 Mb |


 
 
Menu di navigazione